GNV: NAVI SEMPRE PIU’ ECOFRIENDLY CON LA TECNOLOGIA LED DI SITE SPA

Il progetto con l’Azienda bolognese SITE, avviato nel 2012, ha permesso a GNV di ridurre le emissioni di CO2, migliorando l’esperienza a bordo di tutti i passeggeri in viaggio.

Genova, 17 luglio 2018 – Un abbattimento del 70% delle emissioni di CO2, oltre 70.000 luci Led installate, 7 navi coinvolte e un’esperienza di viaggio migliorata: questi i numeri del progetto avviato nel 2012 dalla compagnia di traghetti GNV e l’azienda bolognese SITE Spa, che ha portato a un sistema di illuminazione più moderno, efficiente ed eco-sostenibile a bordo della flotta GNV.


L’investimento della Compagnia in tecnologia LED di bordo, sviluppata da SITE, rispecchia in pieno il programma di efficientamento energetico (Ship Energy Efficiency Management Plan), adottato nel rispetto degli stringenti parametri ambientali, con lo scopo di individuare e applicare le migliori soluzioni tecnologiche per ridurre i consumi energetici e contribuire così a garantire una maggiore tutela dell’ambiente.

In termini di sostenibilità economica dell’investimento inoltre, la durata dei prodotti VIVILA progettati e installati da SITE, a tecnologia LED (circa 50.000 h), e i bassi consumi energetici, hanno portato a significativi risultati anche in termini di ottimizzazione dei costi di manutenzione degli impianti e di smaltimento dei materiali.

Il passaggio alla tecnologia LED ha permesso alla Compagnia GNV di ridurre in modo consistente il consumo di combustibile utilizzato per alimentare il sistema d’illuminazione di bordo, determinando così una significativa riduzione delle emissioni in atmosfera di CO2 di 2.785 tons / anno, rispetto alle circa 3,980 tons annue emesse prima dell’intervento.

Oltre alla maggior tutela dell’ambiente marino, a beneficiare del relamping sono stati i passeggeri e il personale di bordo: l’intervento ha infatti notevolmente migliorato l’esperienza di viaggio, ottimizzando la vivibilità di tutti gli ambienti, in particolare quelli legati all’accoglienza e all’intrattenimento dei viaggiatori, rendendoli ancora più sicuri e confortevoli, grazie ad un elevato aumento della loro luminosità e riduzione dell’emissione di calore.

Grazie al relamping degli impianti luce di bordo, GNV ha inoltre provveduto a formalizzare al MISE - Ministero dello Sviluppo Economico la richiesta di riconoscimento dei Titoli di Efficienza Energetica – i cosiddetti “Certificati Bianchi” – rilasciati dal Gestore dei Servizi Energetici: l'eligibilità del progetto sarà un ulteriore riconoscimento per GNV, che consolida ulteriormente l’impegno della Compagnia nella riduzione sistemica dei consumi energetici, per contribuire alla tutela dell’ambiente e a beneficio della comunità in cui opera.

“Il progetto di convertire le navi a tecnologia led è stato uno dei più importanti degli ultimi anni per la nostra Compagnia e si colloca all’interno di un programma di più ampio respiro che vede l’efficientamento energetico e la sostenibilità ambientale principali protagonisti. I risultati che abbiamo ottenuto sono estremamente soddisfacenti in termini di risparmio energetico e di miglioramento del nostro prodotto – commenta l’Ing. Mattia Canevari, Energy Manager di GNVAncora una volta GNV dimostra coi fatti come la corretta gestione energetica volta alla minimizzazione dei consumi, sia un aspetto caratterizzante la value proposition aziendale e rappresenti un’opportunità di miglioramento con indubbi benefici per tutti gli stakeholders”.

SITE ha oltresì affiancato GNV in ogni fase di valutazione progettuale nella stima e rilevazione dei benefici di lungo periodo ottenuti da un simile investimento, garantendo l’attività di monitoraggio dei consumi e la predisposizione delle certificazioni dei risultati.

“É stato un progetto molto sfidante per noi - ha sottolineato l’Ing. Stefano Giuliato, Responsabile della Divisione Energia di SITE Spa - perché abbiamo dovuto ingegnerizzate e customizzare oltre 70.000 dispositivi Led prima della loro installazione, per garantirne il loro miglior utilizzo all’interno di una flotta con unità navali molto diverse fra di loro, nel rispetto delle normative ambientali e dell’estetica degli spazi interni di bordo. Siamo felici di aver contribuito
alla concretizzazione di questo progetto, che ha permesso a GNV di diventare una fra le prime Compagnie navali ad aver realizzato un investimento di retrofit di così ampia portata per il numero di unità coinvolte e i risultati raggiunti nell’abbattimento dei costi e delle emissioni”.