Pubblicato da & pubblicato in Le Nostre Destinazioni.

Nel mese di settembre Napoli ci offre la possibilità di immergerci nel fascino eterno dell’oriente e prendere contatto con tradizioni, filosofia e cultura di paesi come Cina, Giappone, India, Pakistan, Thailandia e medio oriente. Il Festival d’Oriente 2018, in programma dal 14 al 16 pv, rappresenta un’occasione imperdibile per trascorrere un week end fra amici o in famiglia sulle rotte GNV.

Spettacoli: dai tamburi giapponesi ai contorsionisti mongoli

Nei tre giorni del Festival sarà possibile assistere a molti spettacoli, che si ripeteranno ogni giorno tra le 10:30 fino alle 22:30. Quest’anno, per la prima volta sarà presente una prestigiosa scuola di Tokyo e Osaka che curerà il concerto di Taiko, i tipici tamburi giapponesi storicamente utilizzati durante le battaglie e ancor oggi in uso nella musica religiosa buddista e shintoista. Il programma prevede rappresentazioni folkloristiche come la Danza dei Leoni sui pali o quella del Drago della tradizione cinese nonché spettacoli di intrattenimento con maghi, contorsionisti e giocolieri di varia estrazione.
Molto ricco il programma di spettacoli a base di musiche e danze tradizionali che prevede eventi di approfondimento sulle principali forme di danza di molti paesi.

Cultura e religione

Arti marzialiIl Festival rappresenta l’occasione ideale per esplorare l’universo orientale attraverso mostre fotografiche, workshop e rappresentazioni delle cerimonie tradizionali. Calligrafia cinese e giapponese, vestizione del Kimono, cerimonia del the giapponese e poi ancora Mandala, Bonsai, Origami, pittura su stoffa: sono solo alcune delle numerose possibilità di approfondimento offerte dal programma della manifestazione. Chiaramente, parlando di cultura non si possono dimenticare le arti marziali, che saranno onorate con esibizioni e stage aperti al pubblico. Per gli appassionati del genere, saranno anche presenti stand con prodotti e accessori di Aikido, Karate, Ju Jitsu, Thai Chi Chuan e molte altre discipline.

Gastronomia

Uno dei modi più intriganti e piacevoli per entrare in contatto con altre culture è certamente quello di sedersi a tavola. Al Festival d’Oriente verranno allestiti numerosi ristoranti dove gli spettatori potranno degustare i piatti tipici della tradizione culinaria di Giappone, Cina, India, Thailandia, Sri Lanka, Vietnam, Egitto, Marocco, Indonesia e Tibet.

Japan Festival

Tra le novità dell’edizione 2018 del Festival c’è il Japan Festival, padiglione interamente dedicato al Giappone. Da segnalare la riproduzione di un villaggio in stile giapponese, che permette l’esplorazione di interni ed esterni dell’abitazione tipica, riprodotta fedelmente con tanto di laghetto Koi e giardino Zen. Nel villaggio saranno presenti personaggi tipici che renderanno la visita interattiva e permetteranno di assistere a cerimonie ed attività tradizionali. Cospicuo anche il parco mostre, che avranno come protagonisti vari oggetti iconici quali katane, fontane tipiche, vasi, bacchette per il cibo, armature samurai, riproduzioni delle reliquie del Buddha e persino Torii, i tradizionali portali di ingresso giapponesi. Non mancheranno mostre anche su personaggi della tradizione nipponica, quali il leggendario samurai Miyamoto Musashi, il più grande spadaccino giapponese di tutti i tempi, o i 47 Ronin, passati alla storia per la loro scelta di onore e fedeltà verso il loro padrone, pagata con la vita.

Parti con GNV! Prenota subito il tuo prossimo traghetto per Napoli e immergiti nel fascino del Festival d’Oriente 2018 alla scoperta di cultura, buon cibo, filosofia, tradizioni e misteri scoprire, vivere e assaporare!