Ciao, sai già quando vuoi partire? Seleziona il tuo viaggio

Andata/Ritorno Solo andata

Scopri l'offerta

Scopri subito le nostre offerte di viaggio

Informativa Emergenza Coronavirus GNV

Domande frequenti (FAQ) su variazioni operative e annullamento dei viaggi legati all'emergenza COVID-19 .

Misure straodinarie COVID-19 adottate per garantire le condizioni di sicurezza e comfort dei passegeri.

Fino al 7 ottobre vige il divieto di ingresso e transito in Italia per chi nei quattordici giorni antecedenti ha soggiornato o è transitato in questi Paesi:  Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kosovo, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Montenegro, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Serbia, Colombia

Dall'8 settembre è consentito l'ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio/abitazione/residenza di una persona, anche non convivente, con la quale vi sia una comprovata e stabile relazione affettiva

Per quanto concerne la Francia si segnala che (come disposto da Ordinanza del Ministro della Salute del 21 settembre 2020, in vigore dal giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale): coloro che entrano in Italia da Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Ilȇ -de-France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa Azzurra (vds cartina allegata), oltre a compilare un’autodichiarazione, devono anche:

  • presentare un’attestazione di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo;

in alternativa

  • sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine (ove possibile) o entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’azienda sanitaria locale di riferimento.

Indicazioni aggiornate sulle rotte GNV:

Linee da/per Sicilia

Tutti i soggetti che intendono imbarcarsi su linee aeree o marittime dirette in Sicilia, che non siano residenti o domiciliati nella regione, sono tenuti a registrarsi al seguente link, al solo fine di monitorare gli ingressi e le permanenze su tutto il territorio regionale: https://siciliasicura.costruiresalute.it/register

Linee da/per Sardegna 

Da lunedì 14 settembre i passeggeri in arrivo nell'isola devono compilare ed inviare esclusivamente per via telematica nell’ambito dei procedimenti digitali dello sportello unico dei servizi della Regione Autonoma della Sardegna, in conformità a quanto indicato nella sezione “Nuovo Coronavirus” della home page del sito istituzionale della regione Sardegna (www.regione.sardegna.it) o mediante l’applicazione “Sardegna Sicura”. Ciascun passeggero dovrà presentare copia della ricevuta di avvenuta registrazione unitamente alla carta d’imbarco e ad un documento d’identità in corso di validità. All’interno della suddetta registrazione potrà essere inserita anche quella dei minori a carico.

Linee da/per Marocco 

Secondo quanto dichiarato dal Ministero degli Affari Esteri del Regno del Marocco:

Possono entrare nel territorio marocchino:

  • i cittadini marocchini che si trovano all'estero, gli stranieri residenti in Marocco (titolari del permesso di soggiorno), i diplomatici in regolare servizio in Marocco e i loro familiari.
  • Possessori di passaporto straniero, passaporto marocchino in corso di validità, accompagnato da carta di residenza o CNIE.
  • I cittadini stranieri che non necessitano di visto di ingresso in Marocco potranno accedere al territorio marocchino solo dietro presentazione di un invito da parte di una società marocchina a partire dal 5 settembre oppure di una conferma di una prenotazione alberghiera a  partire dal 6 settembre

Le uniche vie marittime di accesso sono attraverso i porti di Sète in Francia e Genova in Italia.

Numeri di telefono di riferimento:

  • Le Centre d’Appel (+212.537. 66.33.00), Cellule de crise (+212.666.89.11.05, +212.662.01.34.36, +212.537.67.6218), del Ministère des Affaires étrangères, de la Coopération Africaine et des Marocains Résidant à l’étranger.
  •  Il Ministero della sanità ha messo a disposizione il dispositivo Allo al seguente numero 0801004747 per qualsiasi altra domanda inerente alla sezione sanitaria. 

Requisiti linee da Italia/Francia a Marocco

È necessario presentarsi al check-in col referto del test sierologico e test PCR (tampone) negativo effettuato al massimo 48 ore prima dell’imbarco. 

Clicca qui per vedere i centri dove poter effettuare il test nella regione Piemonte.

In caso di mancanza di entrambi i requisiti NON presentarsi al porto, poiché sarà negato l'imbarco.

I bambini fino agli 11 anni inclusi non dovranno presentare i test PCR (tampone) e sierologici.

Queste disposizioni resteranno in vigore fino al 15 ottobre 2020.

Requisiti linee da Marocco a Francia

È necessario presentarsi al check-in col referto del test PCR (tampone) negativo effettuato al massimo 72 ore prima dell’imbarco. 

Come comunicato dalle Autorità, sarà negato l'imbarco a chi si presenta al porto senza test PCR (negativo) effettuato entro 72 ore prima della partenza. In caso di mancanza di questo requisito NON presentarsi al porto.>

Queste disposizioni resteranno in vigore fino al 15 ottobre 2020.

Requisiti linee da Marocco a Italia

 Sono consentiti gli ingressi in Italia da Paesi diversi dall'Unione Europea con obbligo di isolamento fiduciario. (L'isolamento fiduciario consiste in un periodo di 14 giorni trascorsi in casa)

Vige l'obbligo per i passeggeri della compilazione del modulo (https://info.gnv.it/doc/) da consegnare al vettore al check-in in triplice copia. 

Non sono ammessi viaggiatori senza mezzi propri all'arrivo, pertanto verrà negato l'imbarco a chi avrà dichiarato l'utilizzo di mezzi pubblici nell'autocertificazione.

Queste disposizioni resteranno in vigore fino al 07 ottobre 2020.

I gentili Passeggeri che intendono effettuare il viaggio in nave proveniente da Marocco e, con trasbordo su altra unità navale, proseguire il proprio viaggio su altra destinazione italiana, in ottemperanza alle disposizioni normative in vigore nell'ambito della gestione della pandemia da Covid19, è fatto obbligo:

  • essere in possesso e nella disponibilità di veicolo privato per il raggiungimento della propria destinazione finale
  • prenotare il viaggio nave di prosecuzione verso la propria destinazione finale con sistemazione in cabina

Durante il viaggio nazionale è fatto obbligo di rimanere in cabina, con consumazione di pasti preconfezionati all'interno della cabina, nel rispetto del protocollo sanitario disposto dalle Autorità competenti ed adottato dal vettore GNV.

L’obbligo di isolamento fiduciario non si applica a:

  • equipaggio di mezzi di trasporto;
  • personale viaggiante;
  • chi entra per comprovati motivi di lavoro, se è cittadino o residente in uno dei seguenti Paesi: Italia, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Stato della Città del Vaticano, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord);
    personale sanitario che entra in Italia per l’esercizio di professioni sanitarie;
    lavoratori transfrontalieri in ingresso e in uscita per andare al lavoro e per tornare a casa;
  • personale da imprese con sede principale o secondaria in Italia che rientra in Italia dopo spostamenti all’estero per lavoro di durata non superiore a 120 ore (5 giorni);
  • funzionari e agenti dell’Unione europea, di organizzazioni internazionali, personale delle missioni diplomatiche e dei consolati, personale militare nell’esercizio delle loro funzioni;
  • alunni e studenti che frequentano corso di studi in Stato diverso da quello in cui abitano e rientrano a casa almeno una volta alla settimana;
  • breve permanenza in Italia (fino a 120 ore totali) per motivi di lavoro, salute o assoluta urgenza;
  • transito aeroportuale;
  • transito di durata non superiore a 36 ore totali per raggiungere il proprio Paese di residenza (ad esempio entrata in Italia con un traghetto dalla Grecia per continuare in macchina fino alla propria abitazione in Germania).

Linee da/per Spagna

Requisiti GENOVA BARCELLONA:

Dal 21 giugno gli spostamenti dall'Italia alla Spagna non sono soggetti ad alcuna limitazione, permanendo l’obbligo di osservanza delle misure di contenimento del contagio.
E' consentito inoltre l'ingresso in Spagna senza l'obbligo di isolamento fiduciario e senza necessità di motivare la ragione del viaggio per cittadini di altri Paesi o provviste di determinati requisiti, consultabili sul sito dell' Ambasciata d'Italia a Madrid

Chiunque arrivi in Spagna dall’estero (anche dall’UE), per via aerea o marittima, è sottoposto a un controllo sanitario prima della sua entrata nel Paese. In particolare: controllo della temperatura corporea, controllo documentale e controllo sullo stato del passeggero. Per quanto concerne il controllo documentale, i passeggeri in arrivo dall’estero (anche da altri Paesi UE) dovranno compilare, prima del viaggio, un “formulario di salute pubblica”, attraverso il sito internet Spain Travel Health o la app Spain Travel Health-SPTH, ottenendo un codice QR da presentare (su dispositivo mobile o stampato) al proprio arrivo in Spagna. In alternativa è possibile compilare il questionario in formato cartaceo fornito dalle compagnie di trasporto.
Per ulteriori informazioni consultare il sito dell' Ambasciata d'Italia a Madrid

Requisiti BARCELLONA GENOVA:

Dal 13 Agosto per  poter viaggiare dalla Spagna all'Italia vige l'obbligo per i passeggeri della compilazione del modulo (https://info.gnv.it/doc/) da consegnare al vettore al check-in in triplice copia.

A seguito dell'Ordinanza del Ministero della Salute per gli ingressi dalla Spagna all'Italia; dal 13/08/2020 si applicano le seguenti misure di prevenzione, alternative tra loro:

  • obbligo di presentazione al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli dell’attestazione di essersi sottoposte, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo.
  • obbligo di sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’azienda sanitaria locale di riferimento; in attesa di sottoporsi al test presso l’azienda sanitaria locale di riferimento le persone sono sottoposte all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora. 

Linee da/per Tunisia

Requisiti LINEE DA ITALIA A TUNISIA

A partire dal 1° Luglio 2020 gli spostamenti sono soggetti a delle limitazioni disposte dal Governo Tunisino, secondo le ultime disposizioni del Ministère de la Santé sono stati individuati tre gruppi di Paesi:

  • VERDI: non è prevista nessuna limitazione a viaggiare. A partire dal 26 Agosto 2020 è richiesto un test RT-PCR negativo effettuato 72 ore prima della partenza nave
  • ARANCIONI: richiesto test RT-PCR negativo 72 ore prima della partenza nave + quarantena 14 giorni presso proprio domicilio (hotel se turisti). Possibilità di uscire dalla quarantena dopo 6 giorni se presentato test RT-PCR negativo
  • ROSSI: non ammessi i turisti (solo Tunisini residenti in questi Paesi), richiesto test RT-PCR negativo 72 ore prima della partenza nave + quarantena 7 giorni in struttura dedicata a carico del passeggero + 7 giorni quarantena supplementare presso proprio domicilio.

Clicca qui per vedere i centri dove poter effettuare il test

Nella valutazione del viaggio sarà considerato il paese di residenza del passeggero, che dovrà in ogni caso compilare un modulo sul proprio stato di salute al check-in prima di iniziare il viaggio.

Lista dei paesi 

Requisiti LINEE DA TUNISIA A ITALIA

Sono consentiti gli ingressi in Italia da Paesi diversi dall'Unione Europea con obbligo di isolamento fiduciario. (L'isolamento fiduciario consiste in un periodo di 14 giorni trascorsi in casa)

Vige l'obbligo per i passeggeri della compilazione del modulo (https://info.gnv.it/doc/) da consegnare al vettore al check-in in triplice copia. 

Non sono ammessi viaggiatori senza mezzi propri all'arrivo, pertanto verrà negato l'imbarco a chi avrà dichiarato l'utilizzo di mezzi pubblici nell'autocertificazione.

Queste disposizioni resteranno in vigore fino al 07 ottobre 2020.

I gentili Passeggeri che intendono effettuare il viaggio in nave proveniente da Tunisia e, con trasbordo su altra unità navale, proseguire il proprio viaggio su altra destinazione italiana, in ottemperanza alle disposizioni normative in vigore nell'ambito della gestione della pandemia da Covid19, è fatto obbligo:

  • essere in possesso e nella disponibilità di veicolo privato per il raggiungimento della propria destinazione finale
  • prenotare il viaggio nave di prosecuzione verso la propria destinazione finale con sistemazione in cabina

Durante il viaggio nazionale è fatto obbligo di rimanere in cabina, con consumazione di pasti preconfezionati all'interno della cabina, nel rispetto del protocollo sanitario disposto dalle Autorità competenti ed adottato dal vettore GNV.

L’obbligo di isolamento fiduciario non si applica a:

  • equipaggio di mezzi di trasporto;
  • personale viaggiante;
  • chi entra per comprovati motivi di lavoro, se è cittadino o residente in uno dei seguenti Paesi: Italia, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Stato della Città del Vaticano, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord);
    personale sanitario che entra in Italia per l’esercizio di professioni sanitarie;
    lavoratori transfrontalieri in ingresso e in uscita per andare al lavoro e per tornare a casa;
  • personale da imprese con sede principale o secondaria in Italia che rientra in Italia dopo spostamenti all’estero per lavoro di durata non superiore a 120 ore (5 giorni);
  • funzionari e agenti dell’Unione europea, di organizzazioni internazionali, personale delle missioni diplomatiche e dei consolati, personale militare nell’esercizio delle loro funzioni;
  • alunni e studenti che frequentano corso di studi in Stato diverso da quello in cui abitano e rientrano a casa almeno una volta alla settimana;
  • breve permanenza in Italia (fino a 120 ore totali) per motivi di lavoro, salute o assoluta urgenza;
  • transito aeroportuale;
  • transito di durata non superiore a 36 ore totali per raggiungere il proprio Paese di residenza (ad esempio entrata in Italia con un traghetto dalla Grecia per continuare in macchina fino alla propria abitazione in Germania).

Per tutti i dettagli: https://ambtunisi.esteri.it/ambasciata_tunisi/it/ambasciata/news/dall_ambasciata/2020/03/aggiornamenti-sul-coronavirus-covid.html

Linee da/per Albania

Requisiti BARI-DURAZZO:

Dal 23 giugno i viaggi passeggeri da Bari a Durazzo riprendono senza limitazioni per i cittadini albanesi.(con passaporto albanese)

Per tutti gli altri, fino al 7 ottobre è possibile viaggiare solo per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza (art.6 comma 2 del dpcm 11/06/20 e successiva ordinanza del 30/06/20), nonchè comunicato stampa del D.d.M. nr 59 - 30/07/20

http://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-59/15002

Requisiti DURAZZO-BARI:

Dal 23 Giugno al 7 ottobre potranno viaggiare da Durazzo a Bari i cittadini europei e albanesi con residenza permanente in Italia e ad ogni modo muniti di autocertificazione.(clicca qui per scaricarlo)

Per tutti i dettagli: https://ambtirana.esteri.it/ambasciata_tirana/it/ambasciata/news/dall_ambasciata/2020/06/aggiornamento-in-merito-alla-riapertura.html

Dall'8 settembre è consentito l'ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio/abitazione/residenza di una persona, anche non convivente, con la quale vi sia una comprovata e stabile relazione affettiva

Annullamento biglietti

In questo momento di emergenza, GNV ha introdotto alcune novità nell’ambito della propria policy di annullamento dei biglietti, mantenendo una forte attenzione ai propri Clienti, alla sostenibilità e alla continuità dei servizi erogati. In particolare, sono state individuate tre possibili alternative:

  1. Per tutti i biglietti e le prevendite che sono stati emessi prima dell’8 giugno 2020 e che sono stati o saranno annullati dalla Compagnia o dal Cliente, sarà possibile ricevere un coupon di rimborso valido per l’importo totale del viaggio, compreso il ritorno se presente, da redimere entro il 15 ottobre 2021 per viaggi entro il 15 ottobre 2021, su tutte le tratte, sempre soggetto a disponibilità. Queste regole sono in deroga a quanto previsto dalle attuali vigenti condizioni di trasporto.

    Il coupon di rimborso è valido anche per:
    • le conferme di prevendite effettuate a partire dall’8 giugno 2020 ma attivate prima di questa data;
    • annullamento di un biglietto emesso a partire dall’8 giugno 2020 ma in sostituzione di un biglietto emesso in precedenza.

    Nota bene: il coupon di rimborso è nominativo e non cedibile. Non è inoltre applicabile su prevendite e opzioni già emessi. Il biglietto emesso con il coupon non è modificabile. Il coupon non è rimborsabile. Il coupon inserito in prevendite e/o opzioni non convertite in biglietto non potrà essere riutilizzato.

     

  2. Per tutti i biglietti e le prevendite che sono stati o vengono annullati dalla Compagnia per motivi legati all’emergenza sanitaria a prescindere dalla data di emissione, i Clienti riceveranno un coupon di rimborso come da condizioni riportate al punto 1.

  3. Tutti i biglietti e le prevendite che sono emessi e annullati dal Cliente a partire dall’8 giugno 2020 verranno rimborsati secondo le penali previste in caso di annullamento come riportato dalle Condizioni Generali di Trasporto passeggeri della Compagnia: